Trasporti e Viabilità – Il programma

trasporti

TRASPORTI E VIABILITÀ

Riprogrammazione e organizazione

Quanto sarebbe bella una Porto Recanati sempre più per pedoni e biciclette, meno invasa dalle auto e di conseguenza con aria sempre più respirabile?
La creazione di un parcheggio multipiano, laddove sorgeva una volta il campo sportivo Nazario Sauro, ed un collegamento sicuro con un tunnel sopraelevato, con copertura realizzata in materiale trasparente, preferibile ad un classico sottopasso poco sicuro in quanto appetibile per eventuali malintenzionati, può essere una soluzione auspicabile per il decongestionamento del traffico.

Anche per il trasporto pubblico, per avvicinarsi al centro, i bus di linea che percorrono il Corso, potranno arrivare non oltre Viale Europa, Viale dei Cementieri e Via Loreto (lato ovest),
Inoltre una Via de Gasperi allargata, con un’opera simile a quello che fu fatto per Via M.L.King, permetterebbe più agevolmente l’uscita dei bus e mezzi pesanti dal paese e diventerebbe un interessante viale alberato d’ingresso al centro città.
Una serie di navette ben pubblicizzate, che si spostino da Montarice, Scossicci e non ultimo Bivio Regina garantirebbero a residenti e non, di raggiungere agevolmente il centro cittadino.
Attraverso l’utilizzo dei fondi europei, ed il graduale smaltimento dell’attuale, si potrebbe trasformare gran parte del parco auto comunale in veicoli elettrici a basso consumo e a basso impatto ambientale, che garantiscono fino a 120-150 km di autonomia dato che il nostro territorio non arriva a misurare i 12 km di lunghezza.
Lavoreremo per dare una migliore regolamentazione dell’isola pedonale lungo Corso Matteotti, prevedendo soprattutto il divieto di sosta durante gli orari dell’isola.
Ci impegneremo per far si che il rilascio dei Pass autorizzativi di ingresso e sosta, avvenga in maniera meno caotica, e che le aree di sosta riservata vengano meglio identificate durante tutto l’anno.

E’ auspicabile anche una risistemazione per lunghezza dei posteggi riservati alla sosta per “carico e scarico” lungo Corso Matteotti, in quanto quelli attuali, non sono sufficientemente grandi per molti autocarri (es corrieri giornalieri).
Nella zona dietro il municipio, dove sorgono parecchi uffici pubblici e privati, si potrebbe procedere alla regolamentazione di parcheggi con disco orario, per creare il giusto ricircolo di auto e permettere a tutti di svolgere le proprie commissioni.
Proporremo una modifica dell’Ordinanza n. 92/2006 che regolamenta il transito nel lungomare centrale, riguardante sia la circolazione dei velocipedi che la disciplina del rilascio delle autorizzazione per i veicoli a motore ( riguardante il carico e scarico delle merci per le attività presenti), adeguandone di conseguenza la segnaletica a tutt’oggi poco chiara.
Interverremo lungo la statale S.S. 16 per realizzare un attraversamento pedonale semaforico meno obsoleto di quello che abbiamo ora, in corrispondenza dell’incrocio con Viale dei Pini, e un’uscita più semplice e meno pericolosa per i residenti delle zone Via delle Ville – Via del Frantoio – Via delle Monache Nere.
In zona Scossicci, verranno realizzati dei posteggi riservati agli invalidi e a moto / ciclomotori, tutt’ora inesistenti, ed il posizionamento dei dissuasori di sosta in prossimità delle strisce pedonali, per rendere più sicuro l’attraversamento.
Oltre ad un prolungamento della pista ciclabile nella stessa zona, provvederemo anche ad un potenziamento in altri punti del territorio da individuare, perché un paese su due ruote è sempre più vivibile di un paese su quattro ruote.

Incentivare l’uso del servizio per il trasporto scolastico limiterebbe l’intenso traffico veicolare mattutino in Via Dante Alighieri, nonchè educherebbe i bambini sin da piccoli a preferire di usare il mezzo pubblico rispetto all’auto.
Davanti le scuole primarie, dovrebbe sorgere un attraversamento pedonale rialzato, con ai lati dei dissuasori di sosta, cosicché genitori e bambini possano essere più visibili mentre raggiungono la scuola.
E’ necessaria anche l’individuazione nella zona industriale, di un’area appositamente attrezzata per la sosta prolungata di autotreni ed autoarticolati.

Scopri gli altri punti del programma:

1) Sicurezza
2) Turismo e commercio
3) Uffici amministrativi
—4) Trasporti e viabilità
5) Tutela e benessere delle persone
6) Tutela e benessere degli animali
7) Istruzione e Cultura
8) Attività Sportive
9) LL.PP., urbanistica e decoro urbano