Turismo e Commercio – Il programma

turismo-e-commercio

TURISMO E COMMERCIO

Facciamo ripartire Porto Recanati

Il commercio locale è il propulsore che assicura la spinta verso un turismo sempre più valido e competitivo.
Obiettivo del nostro gruppo sarà agevolare la nascita di nuove attività economiche nonché lo sviluppo di quelle preesistenti, non solo lungo Corso Matteotti.
Lo sviluppo ed il mantenimento del commercio, oltre a conferire sempre più prestigio ad una città, garantiscono diverse opportunità lavorative, per le quali è doveroso da parte di un’Amministrazione Comunale investire.

Ricercheremo a tal fine la possibilità di ottenere eventuali contributi europei, nazionali, regionali o provinciali, individuando i bandi più adeguati.
Faciliteremo i rapporti con la Pubblica Amministrazione, snellendo alcuni procedimenti burocratici (ad esempio quelli per l’ottenimento di autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico previsto dal Regolamento COSAP), che spesso scoraggiano i richiedenti o talvolta portano a commettere irregolarità che vengono poi puntualmente sanzionate.
Coinvolgeremo direttamente i vari rappresentanti di categoria (commercianti, attività balneari, ecc.) per l’ideazione di eventi o manifestazioni, in modo da valutarne consigli ed ascoltarne eventuali dissensi.

Vorremo realizzare un depliant mensile di offerte proposte dai vari commercianti, con sconti o buoni periodicizzati, da distribuire a Porto Recanati e nelle città limitrofe, al quale qualsiasi attività ricadente nel nostro territorio comunale potrà aderire.
Valuteremo la possibilità di installazione di una rete wi-fi gratuita.
Abbiamo notato inoltre che alcuni degli apparati del sistema di videosorveglianza (pali della pubblica illuminazione), nonostante siano dotati anche di altoparlanti, finora venivano sfruttati solo per diffondere un po’ di musica o per brevi passaggi pubblicitari. Vorremmo servirci di questo mezzo per divulgare più avvisi riguardanti manifestazioni e fiere in programma, ed anche per trasmettere informazioni utili riguardanti allerte meteo, viabilità, stati di emergenza particolari o simili.
Sarà nostro compito prevedere varie iniziative commerciali / culturali / sportive che mirino a pubblicizzare la nostra Porto Recanati, rendendola sempre più conosciuta e nominata, anche al di fuori dell’ambito provinciale e regionale.

Le iniziative avranno carattere annuale, comprenderanno cioè sia il periodo estivo che quello invernale. La città dovrà essere viva 365 giorni l’anno, non solo d’estate, com’è stato finora.
I programmi turistici annuali verranno predisposti già dal 15 settembre di ogni anno, in modo da avvantaggiarsi rispetto all’organizzazione.

Corso Matteotti diventerà un invidiato salotto all’aperto, privo di auto in sosta durante l’isola pedonale, dove ogni commerciante avrà la possibilità di sfruttare il proprio spazio esterno per attirare la curiosità dei soggetti in transito.
Un rinnovamento dell’organizzazione dell’isola pedonale è necessario, perché così com’ è ora, con transenne poco credibili, crea solo confusione.
La valorizzazione del parco pubblico “Eurovillage” servirà a stimolare l’investimento in nuove attività commerciali a ridosso di esso, riportando così il “passeggio” anche a sud.
Cercheremo di dar più visibilità alle attività non collocate lungo Corso Matteotti, consentendo l’utilizzo temporaneo (finora vietato) di sandwich pubblicitari o la collocazione di dissuasori di sosta agli ingressi, definendone una migliore regolamentazione.
Riqualificheremo Piazza V Giornate (meglio conosciuta come “Piazza delle Erbe”), prevedendone la modifica delle restrizioni attuali per la concessione degli spazi delle “pietre”, (previste nel Regolamento per la disciplina per lo svolgimento delle attività commerciali sulle aree pubbliche), nonché valutando una chiusura dell’area al di fuori degli orari di utilizzo per il mercato alimentare.

Valuteremo l’opportunità di allestire in Piazza del Borgo, la più colorata e centrale, alcune postazioni di legno, proponenti piccole attività artigianali.
Il mercato settimanale del giovedì, oggetto di numerose polemiche, verrà rivisitato a seconda delle esigenze di viabilità e commerciali, così come le varie fiere e mercatini che svolgono durante l’anno (materia precisata nel Regolamento per la disciplina per lo svolgimento delle attività commerciali sulle aree pubbliche).
Oltre al mercato del giovedì, valuteremo la possibilità di istituire un ulteriore mercato ambulante, in un altro giorno della settimana, nel quartiere Scossicci, durante il periodo estivo, riservato agli operatori locali, per fornire un servizio ai numerosi ospiti della zona.
Alla già riuscitissime e famose “La notte + rosa” a Giugno e “la notte vintage” ad Agosto, fiori all’occhiello della nostra stagione estiva in centro, vorremmo aggiungere a Luglio un evento di carattere internazionale che preveda menù, bancarelle e spettacoli ispirati alla cultura ed alle tradizioni dalle varie nazioni europee e non, con una Porto Recanati allegramente decorata di bandiere.

Il nostro paese avrà anche un pomeriggio tutto dedicato ai piccoli con animazione, giochi, spettacoli e possibilità di menù appositamente creati dalle nostre attività di ristorazione.
Anche per la zona Scossicci, densamente frequentata nel periodo estivo, stiamo pianificando l’introduzione di eventi che riescano a coinvolgere tutte le attività ivi collocate, senza compromettere la viabilità della strada provinciale.
Maggiore rilevanza dovrà avere la festa del patrono di Porto Recanati che si celebra il 29 Agosto. Per festeggiarla degnamente, stiamo studiando un programma diviso in più giorni, in collaborazione con le varie associazioni cittadine e/o con i quartieri. Sfilate in costume d’epoca (come per il palio storico), mostre di foto in bianco e nero e di oggetti del nostro passato, e una rivisitazione di Largo Porto Giulio per farlo ritornare ad essere la pista da ballo che tanti ricordano.
Inoltre, l’Arena Gigli sarà sempre più scenario di spettacoli musicali e teatrali di alto livello, al fine di richiamare un pubblico più selezionato.
Artisti di strada, comici e band emergenti andranno a colorare la vivacità dell’isola pedonale per tutto l’anno. Daremo spazio a molti giovani di esibirsi, di farsi pubblicità, di realizzare un po’ dei loro sogni.

Ci auspichiamo che sia trainante la modifica della regolamentazione sulla diffusione musicale, prevedendo l’incremento graduale dell’orario di protrazione delle emissioni sonore notturne.
L’introduzione di un’Ordinanza permanente, riguardante il divieto di somministrazione al banco di bottiglie e bicchieri di vetro, così come avviene in molte località turistiche italiane, consentirà la diminuzione di residui pericolosi ed indecorosi presenti in strada o in spiaggia, e contribuirà al discorso sicurezza. Finora, tale divieto era stato indicato solo durante eventi come la Festività di Ferragosto.

Il Bivio Regina infine, costituirà uno dei nostri biglietti da visita per invitare i turisti provenienti dall’interno maceratese a dirigersi verso di noi. La zona, infatti, verrà collegata con navette ben pubblicizzate, per limitare il traffico in direzione centro. L’obbiettivo futuro di aumentare il flusso turistico, darà possibilità di realizzare un ampio parcheggio ed ottenere l’autorizzazione per creare una rotatoria ed un sottopasso ferroviario migliore di quello già esistente, alfine di raggiungere in sicurezza il litorale sud.
Non ci dimentichiamo ovviamente che portare più turisti, significa dover predisporre adeguati servizi. E’ importante per questo una maggiore pubblicità ed informazione sul sistema interno di navette già esistente, e la sistemazione dei servizi igienici ad uso pubblico.
E’ altresì ipotizzabile, un triangolo operativo/commerciale/turistico tra Porto Recanati e le vicinissime Recanati e Loreto. Mare, cultura e culto, tutti assieme.

Scopri gli altri punti del programma:

1) Sicurezza
—2) Turismo e commercio
3) Uffici amministrativi
4) Trasporti e viabilità
5) Tutela e benessere delle persone
6) Tutela e benessere degli animali
7) Istruzione e Cultura
8) Attività Sportive
9) LL.PP., urbanistica e decoro urbano