Uffici Amministrativi – Il programma

uffici-amministrativi

UFFICI AMMINISTRATIVI

Sviluppo del sistema di Amministrazione

In questi ultimi mesi, di commissariamento, abbiamo potuto capire quanto è preziosa per la comunità la macchina degli uffici comunali.
Grazie a Dirigenti, Funzionari e dipendenti tutti, il nostro comune è riuscito a far fronte alle necessità amministrative del paese.
La loro esperienza sarà un importante risorsa per noi di Porto Recanati a Cuore, nel caso fossimo chiamati dalla cittadinanza ad amministrare la città.
Come Amministrazione intendiamo impegnarci a far tesoro delle competenze da essi acquisite con gli anni, perché come si sa, le Amministrazioni cambiano, ma molti dei dipendenti comunali restano.

I migliori progetti potrebbero nascere insieme a loro, dai quali accetteremo suggerimenti per lo sviluppo delle nostre proposte e ci piacerebbe proprio con loro, riuscire a realizzare degli obbiettivi scadenzati.
In questo, vogliamo prendere esempio dal Commissario Straordinario Mauro Passerotti. Nel breve periodo in cui si è occupato delle vicende portorecanatesi, ad ogni decisione importante ha ritenuto opportuno riunire i vari dirigenti di settore interessati dall’argomento trattato. E questa si è rivelata una carta vincente.
I rapporti tra i vari Uffici Comunali si sono sicuramente rafforzati, definendo meglio lo scambio di informazioni.
Riteniamo altresì fondamentale, il rapporto che intercorre tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione.

Al momento, uno dei metodi più rapidi per avere contatti con Uffici o Amministrazione, passa attraverso l’Ufficio URP. Le segnalazioni avvengono in maniera cartacea, dove ogni utente può scrivere un testo libero, di proprio pugno, indicando in calce nome/cognome/indirizzo/recapito telefonico.
Due sono gli inconvenienti: il primo, che una scrittura poco comprensibile o un testo privo di dati essenziali, crea difficoltà di intervento all’Ufficio che riceve la segnalazione; il secondo, che spesso l’utente non sa a chi rivolgersi, per sapere se qualcuno si è interessato alla sua richiesta.
Per migliorare il servizio, l’Ufficio URP potrebbe registrare le varie segnalazioni inserendole direttamente in un database, seguendo le indicazioni dell’utente, cercando di definirne meglio i punti sostanziali. A questo punto, trasmesso il modulo agli Uffici Competenti, questi potranno inserire nel modulo stesso, debitamente registrato con numero di protocollo, l’esito o un’eventuale nota.
Tutto ciò garantirebbe una maggiore trasparenza nonché una maggiore rapidità nel verificare riscontri alle varie segnalazioni.
Sarebbe opportuna anche una modifica degli orari di ricevimento di alcuni Uffici Comunali, per evitare confusione e per garantire a chi abbia necessità di interagire con più Uffici, di riuscire a farlo nella medesima giornata, anche telefonicamente.

Importante sarà anche definire una migliore organizzazione dell’Ufficio IAT, affinché il servizio venga assicurato e vengano garantiti gli orari di apertura affissi esternamente.
Sappiamo che i nostri magazzini comunali sono pieni di velocipedi o oggetti ritrovati, anche di diversi anni fa, che a tutt’oggi non hanno trovato padrone. Potremmo organizzare un’ asta, ovviamente dopo aver prima espletato tutti gli accorgimenti necessari riguardanti i ritrovatori e avendo fatto una “selezione” del rivendibile e dell’inutilizzabile. A seconda del ricavato, si procederà all’acquisto di un oggetto di pubblica utilità. Allo svuotamento del magazzino, durante il periodo invernale, potrebbe seguire un lavoro di “pulizia” dei vari scheletri di biciclette presenti su tutto il territorio comunale, legati a pali o portabici.
Nel nostro Comune poi, manca stranamente l’istituto della reperibilità. Ne dispone (da quanto ci risulta) solo l’Ufficio Anagrafe. Questo significa che molto spesso, nel caso di eventi straordinari o imprevisti (emergenze meteo, manifestazioni, ecc.) alcuni dipendenti vengano chiamati a prestare servizio fuori dall’orario di lavoro contrattualmente previsto, senza alcun tipo di garanzia remunerativa.
In tutto questo si pone anche il rischio che corre la stessa Amministrazione, che in questo modo non ha la garanzia di avere un nominativo di riferimento a cui chiedere la disponibilità di intervento al di fuori del normale orario di lavoro.

Ci piacerebbe anche creare un consiglio comunale dei ragazzi, perché è importante ascoltare la loro voce. Seppur inesperti, hanno esigenze che noi adulti abbiamo il dovere morale di ascoltare.
Per concludere, sarà nostra premura valorizzare la formazione professionale del personale, nonché valorizzare la cultura del merito. Sarebbe opportuno creare un meccanismo più solido per le varie assunzioni a tempo determinato nei vari settori, in modo da investire in personale già formato e garantire una maggiore serenità lavorativa.

Scopri gli altri punti del programma:

1) Sicurezza
2) Turismo e commercio
—3) Uffici amministrativi
4) Trasporti e viabilità
5) Tutela e benessere delle persone
6) Tutela e benessere degli animali
7) Istruzione e Cultura
8) Attività Sportive
9) LL.PP., urbanistica e decoro urbano